Guidare, frenare, suonare clacson – un’ode all’auto usata economica

Guidare, frenare, suonare clacson – un'ode all'auto usata economica

Se parliamo delle auto di lusso o della passione per la guida, le spese qui praticamento non hanno limiti. L’immagine, la performance, gli accessori, l’aspetto dell’auto etc. – tutto ciò può facilmente far spendere migliaia di euro. Il problema è che il denaro non torna.

È meglio non pensare alla svalutazione di una nuova auto, altrimenti ci si rende conto che avere una macchina è un gioco in cui si perde. Tuttavia, è possibile trovare un numero sempre crescente delle auto usate molto economiche, alle quali vale la pena dare una seconda occhiata.

Budget ridotto – rischio basso

vantaggio di auto usata economicaIl grande vantaggio di un veicolo che costa 500 euro o meno è rischio basso. Le auto nuove perdono tra i 30 – 40 % del loro valore nel primo anno, il che è equivalente al 3% ogni mese. Con il prezzo di acquisto di 20.000 euro ciò significa perdere 600 euro ancora prima di iniziare ad usare l’auto. In realtà la svalutazione è progressiva, cioè è più alta nei primi anni.

Con un po’ di conoscenze e buon senso è possibile trovare qualcosa di interessante nella fascia di prezzo più bassa.

Le auto che costano da 50 a 500 euro praticamente non perdono valore. Controllando gli annunci automobilistici che propongono i veicoli molto economici, sarete sorpresi: non è solo rottame. In effetti, si possono trovare le auto pronte per la circolazione con una revisione valida a meno di 400 euro. Se durante l’ispezione non sono stati trovati grandi difetti, è molto probabile che l’autovettura duri fino alla prossima revisione.

Considerando il periodo di svalutazione di una nuova auto, quelle economiche hanno un evidente vantaggio. Mentre un veicolo nuovo perde alcuni centinaia di euro di valore in pochi mesi, quello di seconda mano viene semplicemente utilizzato affinché non raggiungerà i propri limiti.

Siate consapevoli di quello che vi aspetta

Manutenzione auto usata economicaUna cosa deve essere chiara: un’auto usata a prezzo basso richiede cura e competenza. L’acquisto indiscriminato di un veicolo del genere potrebbe diventare un cattivo investimento. È, dunque, necessario effettuare acquisto con cautela.

Dopo aver comprato un’auto usata, è importante essere pronti a fare alcune riparazioni “fai da te”, visto che il costo di quelle professionali può superare il valore residuo del veicolo. In caso di un difetto serio, che non si è in grado di riparare da soli, è meglio cambiare l’auto.

Auto usata viene aggiustata

Le auto economiche non vengono curate. Esse non vengono più lavate o mantenute in ordine. Ciò vuol dire che l’olio motore, il filtro dell’aria e le candele erano sostituiti l’ultima volta alcuni anni fa. Per i cacciatori di occasioni questi sono buoni argomenti per abbassare il prezzo. Le condizioni deplorevoli del veicolo non devono spaventarvi.

Selezione top delle candele di accensione

Candele di accensione Bosch • Selezione top

a partire da 2,94 €

al negozio

Al contrario: se un’auto non viene più curata, è un chiaro segnale che il proprietario non vede l’ora di liberarsene, ed è un’ottima occasione per comprare un veicolo che costa pochi centinaia di euro. Non dimenticate: far abbassare il prezzo di un paio di centinaia di euro compensa i costi della revisione.

È arrivato il momento di controllare il veicolo

In genere, l’auto deve avere almeno 3-6 mesi prima della scadenza del certificato della revisione. L’acquisto di un veicolo usato senza revisione valida è complicato e costoso. Il costo di un carroattrezzi in questo caso supererà il prezzo di acquisto.
guarnizione della testa del cilindro difettosaPrima di tutto durante il controllo professionale, aprite il cofano e controllate il serbatoio del radiatore. L’acqua di color nero è un segnale della presenza dell’olio nel sistema di raffreddamento, il che vuol dire che una guarnizione della testata è difettosa. Date un’occhiata sotto il tappo dell’olio. La schiuma bianca-brunastra indica lo stesso problema.

Una guarnizione della testata difettosa può essere riparata a 200-300 euro, si tratta del costo dei materiali. Comunque, preparatevi a pianificare un intero weekend per questa riparazione. D’altro lato, ciò permetterà di abbassare il prezzo di ancora alcuni centinaia di euro.

1. Motore si avvia?

Controllo del motore dell'autoUn motore che si avvia è un buon segno, visto che questa riparazione costa un sacco di soldi: cinghie dentate, catena di distribuzione, avviatore, alternatore, batteria – tutto deve funzionare in modo adeguato.

Lasciate il motore al minimo per un po’ di tempo. Se accade uno dei seguenti sintomi:

fumi blu dallo scarico/ forte fumo
– rapido aumento della temperatura
– tubo del radiatore gonfiato

ciò indica danno al motore. Spesso tutti questi difetti si possono riparare con un po’ di competenze ed esperienza.

2. Motore emette rumore, ma non si avvia

Motore emette rumore ma non si avviaQuando accade questo, funziona almeno la cinghia dentata. Ci sono diverse cause dei problemi con l’avviamento. Se si è fortunati, si tratta solo del cavo della bobina di accensione staccato. Ciò può essere riparato con pochi gesti.

3. Motore non reagisce

L'avviamento dell'auto è difettosoLe luci si accendono, ma quando si gira la chiave, si sente solo un click. In questo caso possibili motivi sono due: l’avviatore o la catena di distribuzione difettosi.

A questo punto provate a premere il pulsante start. Se esso si blocca durante il tentativo, la catena di distribuzione è rotta, l’auto è completamente morta. Se il tentativo ha avuto successo, con un po’ di competenze sarete in grado di identificare e riparare il danno da soli.

4. Controllare la frizione

Controllare la frizioneLa frizione è una componente soggetta ad usura, prima o poi bisogna sostituirla in un’auto qualsiasi. Per effettuare il controllo, premete il pedale della frizione e rilasciatela con il freno a mano tirato ed in terza marcia.

Kit frizione al miglior prezzo online

Kit frizione ⇒ Miglior prezzo online

ora da 30,54 €

al negozio

Se il motore si blocca immediatamente, la frizione è ancora a posto. Se esso continua a funzionare, le guarnizioni sono usurate. Per una persona poco esperta la sostituzione di una frizione potrebbe richiedere un giorno di lavoro. È importante iniziare il lavoro preparati, quindi guardate tutti i tutorial che potrete trovare.

5. Controllare la carrozzeria

Controllare la carrozzeriaUn’auto che ha componenti portanti corrose non potrà superare la revisione senza saldatura. Danni di corrosione piccoli o medi sulle portiere e sul passaruota si possono riparare con la stuccatura.

6. Controllare le periferiche

Controllare le perifericheI cavi di bordo devono perfettamente funzionare. I cavi elettrici danneggiati costituiscono un rischio serio, il che non vale la pena.

I pneumatici che sono arrivati ai limiti di usura o li hanno superati (controllare codice DOT) diventano una conveniente merce di scambio. Un kit di gomme usate si può ottenere in modo molto semplice ed economico.

In caso di perdite dei liquidi conviene fare un controllo più accurato. Qualcosa è facile da aggiustare, gli altri difetti richiedono una riparazione più estesa.

Prendete in considerazione i modelli stravaganti

Alcune auto sono migliori della loro reputazione, mentre le altre diventano una delusione.

  • I veicoli Fiat rapidamente finiscono nella fascia di prezzo bassa, di solito essi sono in buone condizioni e facili da salvare.
  • D’altro lato, le auto Volkswagen di questa fascia di prezzo sono irrecuperabili.

Lo stesso vale per le autovetture di classe premium. Qui ci si deve sempre aspettare investimenti un po’ più elevati.

  • Ma in cambio si ottengono comunque le qualità di base che una Mercedes o una BMW hanno da offrire.
  • È utile considerare l’acquisto degli stravaganti modelli, come Hyundai Atos, Daihatsu Charade o Lancia Y10.

Acquistando questi veicoli poco popolari, spesso si può fare un buon affare e risparmiare tanto denaro.

Quindi, coraggio!

Foto: bdavid32, Honeybee49, Andrey_Popov, Fusionstudio, CHIEW, Moab Republic, wellphoto, Alfred Koal, Patrick Daxenbichler / shutterstock.com

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (26 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...