Quando l’auto diesel non parte – Ecco come puoi sostituire la candeletta!

Ecco come puoi sostituire la candeletta

Il motore a diesel è un motore ad autoaccensione. Ciò vuol dire che esso non ha le candele tradizionali che accendono la miscela aria-carburante con una scintilla esterna. Nei motori a diesel per provocare la combustione è sufficiente la veloce compressione del carburante. A tal fine il motore deve raggiungere una certa temperatura.

Il motivo di tutto ciò sta nel fatto che la compressione nei motori a diesel è molto alta. Se il motore è troppo freddo, il gioco tra il pistone e la parete del cilindro è eccessivo. In questo caso si perde troppa compressione, e il motore non si avvia. Solo quando il motore si riscalda abbastanza i metalli si espandono, avviando il processo di combustione. Il motore a diesel quindi ha bisogno di un avviamento assistito. E questo compito viene svolto dalle candelette.

Funzione delle candelette

Funzione della candelettaLe candelette per i motori a diesel sono realizzate in acciaio al carbonio, si accendono grazie alla tensione elettrica. Quando il sistema di iniezione spruzza la miscela aria-gasolio nella camera di combustione, essa si accende anche a temperatura del motore bassa. Il processo di riscaldamento dura 5-30 secondi.

Appena il motore si avvia, subito si riscalda tutto il blocco motore. A questo punto il motore entra nella modalità di autoaccensione e non richiede più l’avviamento assistito. Le candelette quindi non vengono più utilizzate durante la guida. Ciò spiega il fatto che gli autoveicoli diesel non si possono avviare con i cavi di emergenza o a spinta. Il motore freddo senza la candeletta non si accenderà.

Durata media di una candeletta

Durata media di una candelettaLe candelette sono in funzione per pochissimo tempo, quindi possono durare molto di più delle candele di accensione. Non è facile, comunque, ipotizzare sulla loro durata media. Più volte al giorno si avvia un’auto, più breve è la durata. Se un’automobile viene utilizzata solo per i lunghi viaggi, le candelette possono durare più di 100.000 km e quindi vanno sostituite solo se presentano il guasto. La riparazione è necessaria quando l’avviamento del motore avviene più difficilmente.

A questo punto bisogna agire subito. Finché il motore si avvia, la sostituzione delle candelette è molto più facile.

Le candelette shop

Le candelette Shop

a partire da 6,59 €

Acquista ora

Il peggioramento delle prestazioni delle candelette causa ulteriore usura nel sistema di purificazione dei gas di scarico. I filtri antiparticolati dei motori diesel si intasano più facilmente di EGR. Il danno si può evitare solo grazie alla combustione pulita durante la fase di riscaldamento. Quindi se è probabile che la candeletta sia guasta, è necessaria la diagnosi più approfondita. Per fortuna, non è complicata.

Test di resistenza di una candeletta

controllare la candeletta con un multimetroLe candelette possono essere facilmente controllate con un multimetro, testando la loro resistenza e consentendo in questo modo di effettuate la diagnosi.

La procedura è la seguente:

– Spegnere il motore.
– Staccare il connettore dalla candeletta.
– Selezionare sul multimetro il livello di Ohm più basso.
– Collegare il polo negativo con la terra, ovvero direttamente con il blocco motore (un collegamento a morsetti sarà ideale).
– Collegare il polo negativo del multimetro con l’estremità superiore della candeletta

Se il multimetro indica “continuità”, cioè la resistenza non è presente o molto bassa, la candeletta è a posto. Un valore pari a 1 indica che la candeletta è difettosa e deve essere sostituita. Un multimetro appropriato costa circa 15 euro.

Sostituzione della candeletta è una vera sfida

Sostituzione della candeletta è una vera sfidaUna candeletta nei veicoli diesel svolge lo stesso compito di una candela di accensione. Tuttavia, questi due componenti hanno una costruzione diversa. Una candela per i motori a benzina è corta e ha una base arrotondata e filettata. Una candeletta invece è abbastanza lunga e ha un piccolo diametro per il fatto che essa deve resistere ad alta pressione nella camera di combustione durante la guida.

Durante la rimozione della candeletta c’è sempre il rischio di spaccarla. A causa di continui cambiamenti della temperatura e dopo tanti anni di utilizzo la candeletta potrebbe incrostarsi nella filettatura del blocco motore. Si deve quindi sempre considerare il fatto che essa sia incastrata e potrebbe facilmente spezzarsi.

Per la rimozione sicura vi serviranno quattro cose:
– Olio
– Strumenti adatti
– Calore
– Tempo e pazienza

Non è proprio il caso di agire in fretta, giacché una candeletta spezzata è un problema serio. Per estrarla in seguito essa deve essere forata fuori, il che è possibile solo con il completo smontaggio del motore. In questo modo la sostituzione di un pezzo di ricambio da 15 euro si trasformerà in una riparazione che potrebbe costarvi alcune centinaia di euro.

come rimuovere la vecchia candelettaLo strumento migliore è una chiave dinamometrica regolabile. Queste chiavi offrono la tenuta fino a un certo livello, superando il quale esse scivolano, il che permette di evitare di applicare la forza eccessiva sulla candeletta.

Se questo non funziona, servirà tanta pazienza. È possibile lubrificare con olio il punto dove si trova la candeletta. L’olio, l’ideale se sia il solvente per ruggine, come WD-40, viene spruzzato sulla filettatura della candela. In seguito bisogna guidare 3-6 giorni per far sì che l’olio penetri nella filettatura. La penetrazione graduale viene stimolata dal calore del motore e dai cambiamenti della temperatura.

La candeletta lubrificata deve essere rimossa con il motore riscaldatoLa candeletta lubrificata deve essere rimossa con il motore riscaldato. Esso deve essere abbastanza caldo, sebbene spento! Il motore che si raffredda contribuisce ad allentare la candeletta, mentre il motore riscaldato comporta il rischio di bruciature.
Quindi siate prudenti e indossate sempre indumenti di protezione!

Installazione di una nuova candeletta

La nuova candeletta non deve essere installata subito. È probabile che i depositi di carbonio del vecchio pezzo e soprattutto le particelle di fuliggine dal motore siano incrostati sul albero della candeletta. Le possibili conseguenze:
– peggioramento delle prestazioni
– carbonizzazione
– guasto

Candelette Bosch ad un prezzo d'occasioneInstallazione di una nuova candelettaQuindi prima di installazione di una nuova candeletta l’albero viene accuratamente pulito. In commercio sono disponibili le spazzole adatte per questo lavoro. Inserendo la spazzola, bisogna assicurarsi che la filettatura sia ben pulita. L’essenziale è inserire la spazzola nel modo dritto, altrimenti c’è il rischio di danneggiare la filettatura. Sulla punta della spazzola viene applicato il lubrificante senza silicone, esso aiuta a pulire l’albero più profondamente. Il prezzo di una spazzola di pulizia albero della candeletta può variare da 25 a 35 euro. In ogni caso il prezzo è inferiore al costo della riparazione di una candeletta spezzata.

Prima di eseguire l’installazione è consigliabile controllare la candeletta con il multimetro. Collegate il polo negativo con la filettatura e premete il polo positivo contro la punta. Il multimetro deve indicare “continuità”, altrimenti la candeletta è difettosa. La nuova candeletta per il motore a diesel viene installata secondo la coppia indicata sulla confezione. Basta solo un click della chiave. In questo caso è importante non applicare troppa forza e agire con calma.

Le candelette si usurano contemporaneamente, quindi vengono sostituite tutte insieme. Un pezzo singolo costa da 5 a 15 euro. Durante l’acquisto bisogna assicurarsi che i componenti siano adatti al modello dell’auto. L’installazione di una candeletta troppo lunga può causare il danno al motore.

Se il motore a diesel non si avvia

sostituzione del relè di preaccensionePrima che si guasta l’ultima candeletta spesso si danneggia il relè di preaccensione. L’importante è che le vecchie candelette siano allentate per diversi giorni e il motore sia riscaldato. Perciò un controllo e, se necessario, una sostituzione del relè è un semplice ed economico modo per utilizzare l’auto ancora per alcuni giorni. In questo periodo, comunque, conviene sostituire le candelette usurate.

Foto: marekusz, yauhenka, vchal, Ikonoklast Fotografie, pryzmat / shutterstock.com

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (27 voti, media: 4,93 di 5)
Loading...