Come cambiare dell’impianto di scarico – Rumori inconsueti richiedono un’azione immediata

Come cambiare dell'impianto di scarico – Rumori inconsueti richiedono un’azione immediata

Se durante il viaggio in auto si sentono i rumori mentre le caratteristiche di guida non cambiano, spesso il problema si trova nell’impianto di scarico. Grazie alla sua semplice costruzione, i materiali economici e l’installazione senza complicazioni, la sostituzione dell’impianto può essere eseguita senza ricorrere al meccanico. In questa guida leggerete cosa considerare durante la sostituzione del sistema di scarico.

Il sistema di scarico dell’auto è soggetto a forte tensione, e per non aumentare il costo dell’autovettura esso è costruito come un componente di usura. Ciò significa che questo sistema ha una durata limitata.

Flusso dei gas di scarico

Flusso dei gas di scaricoPrima di uscire fuori i gas di scarico passano per i seguenti punti:
collettore di scarico
raccordo a Y
tubo flessibile
conventitore catalitico
tubo centrale
silenziatore centrale
silenziatore finale
terminale di scarico

    impianto di scarico collettore

  • Ogni combustione nel motore produce i gas di scarico che escono fuori tramite la valvola di scarico attraverso la guarnizione nel collettore. Il collettore è un tubo piegato che porta il flusso in uscita lungo la carrozzeria del veicolo. Questo tubo è attaccato al motore e quindi molto soggetto alle vibrazioni.
  • Ciò spiega il fatto che il collettore è costruito in acciaio fuso ed è un componente particolarmente pesante e massiccio. Di solito il collettore dura tutta la vita di un’autovettura. Tuttavia, in caso di danni seri al motore esso potrebbe spaccarsi. E sebbene sia possibile installare un pezzo usato, il collettore è un componente dell’impianto di scarico più costoso. Anche se non esistono regole senza eccezioni: in alcune automobili il convertitore catalitico è integrato nel collettore.
Impianto di scarico - Vastissima gamma

Impianto di scarico • Sconti

Vastissima gamma

Al negozio

  • Impianto di scarico raccordo a YIl raccordo a Y, collegato al collettore, fa passare il flusso di scarico dalle camere di combustione separate nello stesso condotto. Questo componente è altrettanto massiccio. Nel collettore è integrato il sensore lambda che misura la quantità di ossigeno rimasto nel flusso di scarico e trasmette questi dati all’unità di controllo. Anche il raccordo a Y può essere sostituito con un pezzo usato.
  • Impianto di scarico tubo flessibileIl raccordo a Y è seguito dal corto tubo flessibile. Questo componente di pochi centimetri di lunghezza, a differenza di pesanti e massicci pezzi, come il collettore e il raccordo a Y, è realizzato in tessuto in acciaio inox molto flessibile e può essere girato in tutte le direzioni. Ciò ha un motivo valido: il tubo flessibile assorbe le vibrazioni dal motore, il che permette di evitare che esse abbiano impatto sugli altri componenti.
  • Impianto di scarico convertitore cataliticoDopo il tubo flessibile si trova il convertitore catalitico. Questo componente depura i gas di scarico. Essendo un pezzo molto vulnerabile per il suo componente interno in ceramica, il convertitore catalitico non deve essere influenzato dalle vibrazioni del motore.
  • tubo di scaricoIl convertitore catalitico è seguito dal tubo di scarico che spesso viene dotato di un silenziatore centrale. Dal 2014 nel tubo centrale è installato un altro sensore diagnostico che controlla il funzionamento del catalizzatore.
  • Impianto di scarico silenziatoreIl silenziatore è collegato al tubo centrale. Qui avviene la riduzione del rumore. Il silenziatore finisce con il terminale di scarico. Tutto l’impianto è montato sulla carrozzeria dell’auto con gli anelli in gomma, semplici ma allo stesso tempo massicce. Essi mantengono la tubazione ad una certa distanza dal fondo dell’autovettura e allo stesso tempo permettono lo svolgimento che consente di evitare che il tubo rigido si pieghi.

Punti di debolezza dell’impianto di scarico

  • Il componente del sistema di scarico più soggetto alla tensione è il tubo flessibile. Esso deve sostenere le forti oscillazioni della temperatura e viene sempre strizzato. Tuttavia, questo componente, acquistabile per 15 euro, è sorprendentemente durevole. Se il tubo flessibile subisce un danno, è possibile notarlo subito, giacché il motore produce assordante rumore. Con il tubo flessibile danneggiato anche un’auto con potenza di 45 HP suona come una macchina da corsa per Formula 1.
  • Il silenziatore finale è il pezzo più affetto da difetti. Questo componente è realizzato in acciaio zincato. Oltre ad essere esposto alle forti oscillazioni della temperatura, esso attira la condensa durante la fase di raffreddamento del sistema di scarico.
  • Dentro quindi l’umidità si mischia con la fuliggine, formando un liquido leggermente acido che causa la corrosione del tubo di scarico che parte dall’interno. Dall’altra parte la ruggine, causata dal sale antigelo, si sviluppa sulla placcatura del silenziatore.
  • Per questo il silenziatore dura solo per alcuni anni. Quando è guasto, i rumori del motore gradualmente diventano più forti. Grazie all’ispezione visuale è possibile notare sul componente le macchie nere, che segnalano i punti dove fuoriescono i gas di scarico, lasciando le tracce di fuliggine.
  • Il malfunzionamento del convertitore catalitico è possibile notare dai rumori ticchettanti e battenti, indicanti il guasto del nucleo ceramico. Per un periodo i pezzi rotolano nell’alloggiamento. Quando i rumori spariscono, l’alloggiamento è vuoto, perché tutto il nucleo si è trasformato in polvere che esce fuori con il flusso di scarico.
  • Questo fatto sarà rivelato alla prossima revisione tecnica, l’auto senza il convertitore catalitico non passerà la prova delle emissioni di gas di scarico. Il difetto può essere notato molto prima grazie ai sensori diagnostici installati di recente.

Impianto di scarico difettoso – niente paura

Impianto di scarico difettosoL’impianto di scarico è uno dei sistemi più facili da riparare. Tuttavia, i prezzi per i singoli componenti possono notevolmente variare. La parte più costosa è il convertitore catalitico che può costare più di 1000 euro.

È possibile sostituirlo con il pezzo di ricambio usato, ma in questo caso non si può mai sapere se il convertitore catalitico sia ancora in funzione.

Il tubo flessibile e i silenziatori sono notevolmente più economici e possono essere acquistati separatamente. Soprattutto il silenziatore finale, a seconda della qualità e dello stile di guida, potrebbe guastarsi dopo pochi anni.

Nella maggior parte dei casi non è un problema grave, giacché il pezzo nuovo costa meno di 100 euro. Lo stesso vale per il silenziatore centrale. Per quello che riguarda il tubo centrale, esso è molto robusto quasi in tutte le automobili. Sebbene esso non sia così durevole come il collettore o il raccordo a Y, non è una parte di usura specifica.

Riparazione dell’impianto di scarico

Riparazione dell'impianto di scaricoDal punto di vista tecnico lo scarico è costituito dal sistema di tubi collegati tra loro con i morsetti. In teoria essi possono essere facilmente separati. In pratica invece a causa di ruggine e sporco i tubi possono incollarsi. È utile quindi utilizzare la smerigliatrice angolare in modo di non staccarli con le mani. Durante la procedura bisogna assicurarsi che le scintille non danneggino il veicolo e coprire il sottoscocca. In ogni caso agite con cautela: le scintille costituiscono un elevato rischio di incendio!

Se la smerigliatura è inevitabile, siate prudenti e rimuovete solo la parte difettosa. I componenti intatti non si devono danneggiare durante il lavoro. Non ha senso tagliare il convertitore catalitico per rimuovere il tubo flessibile. Il pezzo rimasto è possibile rimuovere dalla parte vecchia con un cacciavite e un paio di colpi di martello.

Evitate la saldatura

Non ha alcun senso saldare il tubo di scarico. Anche essendo in buone condizioni il metallo è talmente sottile che difficilmente può essere saldato bene. Se il silenziatore è pieno di buchi, vuol dire che la placcatura non è più resistente. In questo caso la sostituzione completa è più veloce, più efficace e meno problematica rispetto alla saldatura.

È più semplice sostituire tutto l’impianto

Invece di sostituire i singoli componenti difettosi è preferibile sostituire tutto il sistema. La sostituzione completa significa sostituire tutto tranne il convertitore catalitico, il tubo flessibile incluso.
Lo smontaggio e la rimozione del vecchio sistema dei tubi è molto più semplice. Inoltre, un impianto di scarico completamente nuovo offre massima sicurezza e durata. I componenti del sistema sono soggetti alla stessa tensione, dunque si usurano contemporaneamente.

Se si rompe il tubo flessibile, il guasto di un silenziatore corroso è solo una questione di tempo. Il costo economico dell’impianto di scarico completo (senza il convertitore catalitico) rende la sostituzione di tutte le parti soggette all’usura particolarmente semplice. La sostituzione del sistema di scarico sempre richiede la sostituzione degli anelli in gomma. Durante la revisione tecnica il loro stato viene esaminato.
I problemi si possono evitare a basso costo. L’impianto di scarico completo è disponibile a meno di 100 euro a seconda del modello dell’auto.

Foto: Dmitry Kalinovsky, kvsan, KUNANEK SUPAKOSOL, Apinunt Sukhapinda, homydesign, Einar Muoni, fabiodevilla, Besjunior, Visionsi, Aleksey Rodionov / shutterstock.com

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (26 voti, media: 4,92 di 5)
Loading...