Dalla carrozzina al roadster – l’emozionante mondo della mobilità elettrica!

Dalla carrozzina al roadster – l’emozionante mondo della mobilità elettrica!

Non si può ignorare le auto elettriche. I successi degli ultimi cinque anni confermano che le autovetture elettriche avanzano e non ci sono modi per fermarle. In questo articolo leggete come prepararsi.

L’auto diventa un problema

Quando l’automobile fu pronta per la produzione in serie circa 100 anni fa, questo fu una vera rivoluzione. Adesso viaggiare dappertutto in qualunque momento e con chi vuoi è diventato possibile. Né un cavallo, né la ferrovia fu in grado di competere con una flessibilità imbattibile offerta dall’automobile. Da allora l’entusiasmo per l’auto è aumentato ancora di più.

mobilità elettrica diventa un problemaTuttavia, esiste più di un aspetto negativo: un’auto consuma carburante liquido, come il diesel o la benzina, che sono i prodotti petroliferi. Il carburante viene bruciato e poi insufflato nell’ambiente. Per molto tempo questo fatto non preoccupava nessuno. Adesso è difficile immaginare che durante il primo decennio dell’esistenza dell’automobile era normale usare la benzina con piombo. Le tonnellate di questo metallo pesante altamente tossico venivano aggiunte al carburante e poi disperse nell’ambiente tramite i motori. Oggi, grazie ai sistemi di depurazione dei gas di scarico moderni, è una storia passata.

In ogni caso le automobili continuano ad inquinare l’ambiente con le sostanze tossiche: biossido di carbonio, monossido di carbonio, ossido di azoto, particelle di fuliggine, polveri e altre sostanze pericolose. L’industria automobilistica ne è consapevole e fa esattamente la cosa contraria: lo scandalo con diesel della Volkswagen è una prova del fatto che manca sia volontà che esperienza per far sì che l’automobile diventi meno inquinante.Ricambi auto originali per auto elettriche - la più grande selezione online

Solo un modo per ottenere le emissioni zero

Soltanto un tipo di automobile provvede la guida priva di emissioni – l’auto elettrica. Essa non ha motore a combustione e quindi non produce fumi esausti. Le auto elettriche hanno tanti altri vantaggi rispetto ai motori a combustione, come anche gli svantaggi.

Le iniziative per la mobilità elettricaLe iniziative per la mobilità elettrica esistevano fin dall’inizio. Già a cavallo del Novecento i primi inventori consideravano il motore elettrico il futuro della giovane industria automobilistica. Tuttavia, il motore combustibile ha prevalso nonostante il fatto che i veicoli elettrici non si fossero mai estinti. Il problema principale fu la batteria. Le batterie al piombo, uniche disponibili per alcuni decenni, furono troppo pesanti per la mobilità elettrica. In più, la loro capacità non fu sufficiente per essere utilizzata in maniera economicamente fattibile. Per molto tempo il mondo dei veicoli elettrici si limitava alle vetturette da golf, gli scooter elettrici e i minicar.

L’invenzione della batteria al litio è stata una svolta. Questi dispositivi di accumulo molto compatti sono stati originariamente concepiti per i cellulari e i computer portatili e a breve hanno conquistato il mercato delle batterie ricaricabili. Hanno sconfitto le batterie al nichel-cadmio grazie ai ridotti tempi di carica e la capacità molto più alta. I vantaggi più grandi della tecnologia agli ioni di litio è l’assenza di “effetto memoria” e il fatto che la batteria non si guasta dopo una scarica elevata. Un giovane miliardario della California ha avuto un idea dei pacchi batteria da installarle in un’auto elettrica. La TESLA è decisamente un pioniere nel campo della mobilità elettrica a base di batteria al litio.

Rendimento critico

Non ci sono dubbi: i giorni dei motori a combustione puzzolenti con il loro basso rendimento sono contati. I motori a diesel e benzina stanno per morire, anche se ancora non lo sanno. Sotto condizioni di laboratorio il motore a benzina ha ottenuto i rendimenti di 40%. Quello a diesel – tre percento in più, ma cosa significa esattamente?

Ciò significa che anche il motore al minimo in condizioni ottimali e con i giri perfetti perde il 57 – 60% della sua energia tramite la radiazione termica.

Rendimento critico della mobilità elettricaL’efficienza di un motore a combustione in un’auto è peggiore. Il calore deve uscire dal motore in modo permanente. Di solito ciò avviene tramite il sistema di raffreddamento ad acqua. Infine i motori a combustione non funzionano sempre con i giri ottimali – al contrario. Nella maggior parte dei casi l’auto si muove ai regimi troppo bassi o troppo alti. Ciò significa che quando un’automobile consuma 10 litri di carburante in 100 km, solo 3,5 litri vengono utilizzati per la propulsione. Sei litri e mezza di carburante vengono convertiti in calore e dispersi nell’ambiente.

I motori elettrici, d’altra parte, hanno emissione di calore molto più bassa. Il rendimento di un normale motore elettrico è il 74% in laboratorio e spesso non ha bisogno di un ulteriore raffreddamento a liquido. I motori elettrici hanno un’accelerazione migliore rispetto a quelli a combustione. I giri ottimali sono migliori nelle auto elettriche. Dal punto di vista di rendimento un motore elettrico senza nessun dubbio batte quello tradizionale a diesel o benzina.

Auto ibride come la tecnologia transitoria

mobilità elettrica ibrideLe auto ibride non è una novità. Nel 1920 Ferdinand Porsche sperimentava con questo concetto di azionamento. Però in quel momento e nei prossimi decenni nessuno sembrava interessato ai vantaggi di questo concetto del doppio motore.
Un’auto ibrida è un veicolo con due motori: un motore a combustione e quello elettrico. Ci sono grandi differenze per quanto cooperano questi due tipi di trasmissione.

Toyota Prius auto ibridaCon la Prius, la Toyota ha reso un veicolo ibrido adatto ai consumatori di massa. Il motore elettrico e quello a combustione sono compatibili nella loro funzione di trasmissione. Il conducente può passare dal carburante alla trasmissione elettrica in qualunque momento. Questa soluzione già dimostra diversi vantaggi: il consumo di carburante più basso, la guida silenziosa e un’immagine pulita erano gli argomenti di vendita per un un’auto ibrida.

Il concetto originale ha generato tante variazioni: i veicoli ibridi ricaricabili permettono di caricare la batteria nel garage di casa. Sono molto interessanti le auto elettriche con il cosiddetto “range extender”. Sono le vetture esclusivamente elettriche con un piccolo motore a combustione a bordo che carica la batteria durante la guida tramite un generatore. Con questa tecnologia la mobilità elettrica si avvicina molto al consumatore. Le auto ibride possono essere considerate una tecnologia transitoria tra la combustione e i motori elettrici. Anche se la trasmissione appartenente al futuro è esclusivamente elettrica.

Modelli disponibili

tre principali svantaggi della mobilità elettricaLa mobilità elettrica è il primo e principale oggetto di ricerca e di sviluppo per quanto riguarda le tecnologie relative al traffico. Oltre ai pionieri americani, la pressione considerevole sul mercato esercitano i cinesi. Sono già tre di dieci più importanti costruttori di automobili elettriche che provengono dall’Impero di Mezzo. Considerando la Nissan e la Toyota, gli asiatici attualmente occupano la metà del mercato delle auto elettriche mondiale. Anche se la TESLA rimane di essere il leader del mercato, le case automobilistiche tradizionali, come la BMW e la Volkswagen, tendono a recuperare. La gamma dei modelli disponibili è molto vasta. Tra le vetture a combustione e i veicoli esclusivamente elettrici c’è un’auto con il mix giusto per tutti.

Attualmente le auto elettriche hanno tre principali svantaggi: la gamma relativamente ristretta, poche stazioni di ricarica e i tempi di caricamento lunghi. Ma, come è stato detto prima, la ricerca e lo sviluppo sono in corso.

Scegliere il tempo giusto

incentivi per la mobilità elettricaGli incentivi per la mobilità elettrica esistono in tutto il mondo. Le auto elettriche sono esenti dalla tassa annuale di circolazione o dalla tassa di proprietà per cinque anni dalla data della loro prima registrazione. Successivamente, i veicoli elettrici beneficiano di una riduzione del 75% dell’aliquota applicata ai veicoli equivalenti a benzina. Le auto ibride, soprattutto veicoli ibridi ricaricabili, di solito hanno motori a combustione molto piccoli che consente di avere un notevole vantaggio fiscale.

La scelta delle vetture esclusivamente elettriche diventa sempre più vasta. A breve saranno disponibili le nuovissime generazioni delle Golf, Polo e Smart, completamente alimentate a energia elettrica.

Il mercato attuale è molto interessante e in crescita. Con il Modello 3 molto economico la TESLA di nuovo ha confermato la sua posizione di leader. In futuro saranno disponibili le altre auto economiche, pratiche e interessanti prodotte da tutte le case automobilistiche.

Il mercato della mobilità elettrica ancora cerca qualcosa di sperimentale. La sgraziata e costosa BMW i3 e la strana e sgargiante Renault Twizzy ne sono due esempi tipici. Comunque, tra pochi anni le auto elettriche saranno più diffuse, come anche più economiche.

Mobilità elettrica e auto classiche

Porsche come un'auto elettricaLe vetture esclusivamente elettriche sono in rivolta grazie ad un’altra tendenza molto interessante: un numero sempre crescente delle aziende che offrono la conversione delle automobili dalla combustione all’elettricità. L’azienda RUF per un periodo si occupava della conversione dei modelli della Porsche. Questo servizio diventa sempre più economico e flessibile permettendo di realizzare i progetti affascinanti: la trasmissione elettrica nelle auto classiche. Approfittare dei vantaggi di un’auto elettrica nella bellezza della Jaguar E-type non è più un sogno e può essere realizzato in presenza di una certa somma di denaro.

Foto: Zapp2Photo, Gabor Tinz, omers, Gerrardkop, BalancePhoto, Romaset, TigerStock’s, Eddy CJ, VectorShow, JRT993 / shutterstock.com

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (26 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...